STATI UNITI: UNA DEMOCRAZIA SENZA DEMOCRAZIA?

Il mondo ha sempre considerato gli Stati Uniti come la più grande democrazia della modernità. È indubbio che la forma di governo democratica abbia trovato larga diffusione in America prima che altrove in epoca moderna, ma la contemporaneità induce a riflettere sui fenomeni occorsi nell’ultimo secolo che hanno modificato lo stato delle cose. I caratteri politico-istituzionali originali e originari dei padri fondatori sono mutati considerevolmente non tanto nella forma quanto nella sostanza. La causa originaria della nascita degli Stati Uniti d’America risiede nella libertà; e più precisamente nella volontà di indipendenza dei coloni dalla Corona britannica.  Leggi tutto “STATI UNITI: UNA DEMOCRAZIA SENZA DEMOCRAZIA?”

RAFFAELLO SANZIO, L’ARTISTA DIVINO

Fu artista dalle magnifiche virtù umane Raffaello Sanzio da Urbino. La sua natura gentile, la sua cortesia, la sua grazia le ereditò dall’educazione familiare. Nato nel 1483, dalla madre allevato con dolcezza e dal padre Giovanni Santi iniziato alla pittura, si ritrovò ben presto ad essere fanciullo dagli ottimi costumi e dal raffinato genio artistico. Leggi tutto “RAFFAELLO SANZIO, L’ARTISTA DIVINO”

LE DITTATURE NON SONO INFALLIBILI

Gli abitanti della Repubblica Popolare Cinese stanno affrontando giornate di estremo terrore. Il virus SARS-Cov-2, partito dalla città di Wuhan, ha colpito la provincia dell’Hubei per diffondersi rapidamente nel resto della Cina ed in altre parti del mondo. Leggi tutto “LE DITTATURE NON SONO INFALLIBILI”

KURDISTAN, L’INGANNO OCCIDENTALE

Quando si parla di Kurdistan non si può tacere lo stretto rapporto con l’Occidente. Non discostandoci troppo dalla realtà, possiamo definire il Kurdistan un’invenzione occidentale. Nel corso dell’ultimo secolo il popolo curdo è divenuto strumento nelle mani di diversi attori, regionali prima ed esterni poi. Leggi tutto “KURDISTAN, L’INGANNO OCCIDENTALE”

LA FINE DELL’ECONOMIA NELLE TEORIE DI MARX E DI KEYNES

Può esistere un mondo senza economia? Su questa domanda si sono interrogati economisti di ogni epoca e nazione. L’interrogativo si dimostra ancor più intrigante in considerazione delle teorie economiche di Marx e di Keynes. Il filosofo tedesco non era assai stimato dall’economista britannico. Entrambi, però, appartenevano alla categoria dei perfettisti. Leggi tutto “LA FINE DELL’ECONOMIA NELLE TEORIE DI MARX E DI KEYNES”

GLI ENARCHI, LA GRANDEUR PERDUTA E LA POLITICA ESTERA FRANCESE

La politica estera francese è da secoli volta al raggiungimento dell’egemonia sull’Europa; in epoca moderna almeno fin da quando il cardinale Richelieu, assunto l’incarico di primo ministro di Francia, promuovendo l’accentramento e il rafforzamento burocratico-amministrativo, riorganizzando la finanza pubblica e reprimendo le minoranze interne, gettò le basi per le successive fortune esterne del Regno, le quali poterono essere conseguite anche per merito della sua raffinata e spregiudicata strategia politico-militare antiasburgica.  Leggi tutto “GLI ENARCHI, LA GRANDEUR PERDUTA E LA POLITICA ESTERA FRANCESE”

OLTRE GUERRE E MIGRAZIONI: COME LE AREE DI CRISI DEL PIANETA INFLUENZANO I PROGRAMMI ENERGETICI NAZIONALI

Nei discorsi sulla Libia l’attenzione dei più è rivolta, in maniera prevalente, alla questione migrazioni. Il rischio di tralasciare altre problematiche, non meno rilevanti, è concreto. Per l’Italia la partita libica è di fondamentale importanza, come dichiarato del ministro dell’Interno Alfano in una recente intervista al Financial Times incentrata su terrorismo e immigrazione.
Leggi tutto “OLTRE GUERRE E MIGRAZIONI: COME LE AREE DI CRISI DEL PIANETA INFLUENZANO I PROGRAMMI ENERGETICI NAZIONALI”